Curiosità

Le donne lunatiche? Indispensabile sul Lavoro

Ci sono donne che hanno un caratterino altalenante, sono lunatiche, imprevedibile ma sul lavoro sono colonne portanti.

Secondo uno studio di una psichiatra newyorkese, Julie Holland, il carattere, la personalità delle donne influenza anche il rendimento lavorativo di queste ultime. il carattere da considerarsi più forte, in questo senso, è proprio quello più soggetto a critiche. Le donne lunatiche, infatti, hanno una sensibilitò, secondo la Holland, molto acuta e rara. La sua teoria è espressa in un libbro sull’emotività femminile che ha intitolato: “Moody Bitches: The Truth About the Drugs You’re Taking, the Sleep You’re Missing, the Sex You’re Not Having, and What’s Really Making You Crazy” ovvero “Stronze lunatiche: tutta la verità sui farmaci che prendete, sul sonno che state perdendo, sul sesso che non praticate e su ciò che vi fa davvero diventare pazze”.

La psichiatra commenta così la sua teoria:

“Le donne credono che l’essere sia un problema e una debolezza, mentre la nostra sensibilità e la nostra emotività sono un bene prezioso e non un disturbo che deve essere curato”.

L’empatia invece dovrebbe considerarsi innanzitutto un pregio eppure negli Stati Uniti, per esempio, una donna su quattro fa uso di psicofarmaci, mentre gli uomini che si sottopongono a questo tipo di trattamenti sono solo uno su sette.

“L’uso inappropriato di questi medicinali non solo reprime un aspetto fondamentale dell’essere donna, ma può anche avere conseguenze negative sulla salute. Alcuni antidepressivi, ad esempio, possono provocare apatia, interferire con la vita sessuale, inibire la creatività e intorpidire i sentimenti fino anche ad ostacolare un eventuale innamoramento. Il cervello di una donna è diverso da quello di un uomo. È stato evolutivamente configurato per avere una maggior propensione alla comunicazione e al riconoscimento degli stati emotivi altrui, anche per meglio prendersi cura della prole e tutto questo ha radici biologiche, non si basa su un’ideologia pro o anti-femminista”.

fonte:donnacomete.it

Se L'articolo ti è piaciuto e vuoi aiutarci a crescere.. Clicca sull'icona di Facebook sotto il TITOLO e CONDIVIDI, un piccolo gesto per te un grande aiuto per noi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*