Senza categoria

Tartufi di Pandoro

Difficoltà: Facile

Preparazione: 20 minuti

Cottura: /

Dosi per: 40 tartufi

Costo: Basso

 

 

 


 

Ingredienti(1):

• 600 gr di pandoro • 200 ml di panna fresca  • 1 tazzina di caffè decaffeinato • 100 gr di cacao amaro in polvere  • 1 arancia   • 30 gr di crema di limoncello • 50 gr di cioccolato fondente  • 50 gr di cioccolato bianco  • granella di nocciole  • granella di pistacchi

collage tartufi

Iniziate preparando le tre salse che serviranno per aromatizzare il pandoro(2), per la salsa al limoncello unite 30 gr di crema di limoncello con 30 gr di panna, per la salsa al caffè unite la tazzina di caffè con 30 gr di panna e per la salsa cacao e arancia sciogliete un pizzico di cacao in 60 gr di panna  e grattugiate la scorza di mezza arancia. Ora che le sale sono pronte sbriciolate il pandoro con le mani(3), unite 200 gr di pandoro per ogni salsa mescolate per alcuni minuti, fino a quando l’impasto non risulterà umido, ma lavorabile e formate delle palle (4). Per ogni impasto formate delle palline più piccole passatele nel cacao e lasciatele riposare in frigorifero per 30 minuti, avendo cura di non mescolare i vari gusti.

Possiamo dedicarci alla preparazione della decorazione, preparate le ganache al cioccolato fondente unendo 50 gr di cioccolato con 50 gr di panna e quella al cioccolato bianco unendo invece 50 gr di cioccolato bianco con 30 gr di panna(6). Spezzettate il cioccolato fate fondere a fuoco basso e spegnete il fuoco prima che sia completamente sciolto continuando a mescolare. Appena le vostre ganache saranno pronte(7) lasciatele raffreddare in frigorifero.

Ho già posizionato i tartufi nei pirottini per facilitare lo spostamento(8) ed evitare che vada cacao ovunque. Aiutandovi con una saccapoche mettete un po di ganache, quella che preferite, sulla sommità del tartufo e decorate con la granella. I tartufi si conservano per 3/4 giorni in frigorifero.

Consiglio dello chef: se i vostri impasti dovessero risultare troppo bagnati aggiungete il pandoro sbriciolato, se invece dovessero risultare troppo asciutti aggiungete la panna o del latte stando molto attenti a non esagerare.

Questa voce è stata pubblicata in Dolci, Laura e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.
Se L'articolo ti è piaciuto e vuoi aiutarci a crescere.. Clicca sull'icona di Facebook sotto il TITOLO e CONDIVIDI, un piccolo gesto per te un grande aiuto per noi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*